Cortisolo alto e Pressione

cortisolo altoCortisolo alto ne avete mai sentito parlare? Oggi approfondiamo proprio questo tema, analizzando il legame con la pressione arteriosa ed, in particolare, con l’Ipertensione.

Partiamo dalle basi rispondendo alla domanda: cosa è il cortisolo? Fa parte degli ormoni surrenalici. Questo perché è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali derivante dalla molecola del colesterolo e sintetizzato su stimolazione dell’ormone ACTH.

Viene comunemente definito come ormone dello stress e livelli di cortisolo alto sono da tenere monitorati con specifiche analisi del sangue che potrà richiedere il vostro medico di fiducia.

Nello specifico si parla di cortisolemia per indicare il dosaggio nel sangue.

Avendolo definito poco sopra come ormone dello stress viene naturale partire proprio da qua. Esiste un rapporto cortisolo stress?

Indice dei Contenuti
Cosa si intende per stress esattamente?
Cortisolo alto ed alimentazione
Il legame cortisolo stress
Cortisolo e Ipertensione: come capire se sono legati?
Cortisolo e invecchiamento cellulare
Perché è importante ridurre lo stress
VideoCorso “Zero Ipertensione – Livello Avanzato”

Cosa si intende per stress esattamente?

Prima di rispondere alla domanda fatta poco sopra definiamo che cosa si intende per stress. Si tratta, infatti, di un termine spesso abusato. Si rende necessario chiarire questo concetto prima di analizzare il rapporto cortisolo e stress.

Lo stress è una tensione che si manifesta a livello fisico e psichico e che nasce in risposta ad uno stimolo di diversa natura (traumi, emozioni, malattie, etc…) per portare l’organismo ad un nuovo equilibrio.

Il cortisolo è l’ormone che viene prodotto dal nostro organismo per far fronte a queste situazioni di stress. Si può riscontrare cortisolo alto in queste condizioni:

  • stress psico-fisico;
  • infiammazione cellulare;
  • invecchiamento cellulare;
  • mancanza di riposo;
  • mancato rispetto dei ritmi circadiani;
  • stati emotivi di ansia;
  • errori nell’alimentazione.

Soffermiamoci su questo ultimo punto. Solitamente una dieta con elevato apporto di proteine animali, carboidrati ad alto indice glicemico e povera di fibre, ne determina un innalzamento.

Cortisolo alto ed alimentazione

Questo ormone che ci permette di fronteggiare le situazioni di stress ha però degli inconvenienti. Uno di questi è proprio sulla pressione arteriosa, innalzandone i valori. Sapere come abbassare il cortisolo è, quindi, importante anche per la pressione.

Per comprendere esattamente come possa contribuire ad innalzare la pressione, vediamo ora l’intero processo dall’alto per coglierne a pieno tutti i passaggi.

Il legame cortisolo stress

Abbiamo detto che tutto parte da uno stimolo che provoca un’alterazione (stimolo stressante). Di conseguenza l’ipotalamo inizia a produrre CRH o corticoliberina che viene rilasciata nell’ipofisi. A sua volta, l’ipofisi, secerne l’ormone ACTH o corticotropina che comunica ai surreni di produrre i livelli di cortisolo che servono per fronteggiare lo stress e riportare l’equilibrio nel sistema.

Tuttavia, nelle situazioni di forte stress, intervengono anche adrenalina e noradrenalina che notoriamente svolgono una funzione vasocostrittrice (ossia riducono il diametro dei vasi sanguigni).

La produzione in eccesso di cortisolo amplifica tale azione vasocostrittrice di adrenalina e noradrenalina. Di conseguenza si assiste a un aumento della pressione arteriosa.

Cortisolo e Ipertensione: come capire se sono legati?

Ma come possiamo verificare se i picchi pressori dipendono dallo stress e dagli aumentati livelli di cortisolo?

Esistono diversi esami diagnostici con questa finalità. Il più attendibile è l’esame salivare effettuato in 3 diverse misurazioni (al mattino, nel pomeriggio e alla sera). I valori che occorrerà considerare in seguito all’esame salivare sono quelli riferiti alla concentrazione in Microgrammi per decilitro di sangue.

Al mattino, valori considerati regolari sono quelli compresi tra 5 e 25. Nel pomeriggio dovrebbero essere più bassi compresi tra 2 e 14.
Di sera, invece, dovrebbero essere ancora più bassi, ossia, rientrare tra 1 e 8.

Questo andamento decrescente è dovuto ai ritmi circadiani che determinano una produzione più alta di questo ormone nelle ore di luce e una conseguente diminuzione con il sopraggiungere della notte.

Ciò avviene perché la sera il nostro organismo dovrebbe prepararsi per il riposo notturno e un ormone come il cortisolo, invece, ci terrebbe svegli e attivi. Con l’approssimarsi della notte, il nostro organismo ne ridurrà i livelli e aumenterà quelli della melatonina che favoriranno il riposo e il sonno.

Cortisolo e invecchiamento cellulare

Un altro aspetto da non dimenticare è che favorisce l’invecchiamento cellullare. Questo perché determina una riduzione dei telomeri, la struttura terminale del cromosoma che svolge la funzione protettiva del DNA.

A causa della riduzione dei telomeri, lo stress inizia a inibire il processo di riproduzione cellulare. La conseguenza è un invecchiamento cellulare precoce, oltre ad un progressivo danneggiamento di tutto l’organismo.

Perché è importante ridurre lo stress

Dopo aver approfondito il rapporto tra stress e cortisolo e quello tra cortisolo e pressione alta, emerge chiaramente l’esigenza per chi soffre di ipertensione di iniziare a gestire lo stress e le forti emozioni.

Tutti sappiamo come la forte rabbia che proviamo durante un periodo particolarmente carico di tensione e nervosismo possa determinare dei picchi pressori improvvisi.

Ecco perché uno dei 4 pilastri del metodo IpertensioneOK che ho ideato per combattere la pressione alta in sole 3 settimane, riguarda proprio la gestione dello stress e delle forti emozioni.

VideoCorso “Zero Ipertensione – Livello Avanzato”

Tuttavia non tutti riescono a prendersi 3 settimane di pausa dalla propria vita quotidiana, dalla famiglia e dal lavoro per venire nel mio centro.

Per questo motivo negli ultimi mesi ho creato Zero Ipertensione – livello avanzato. Un videocorso in cui condivido alcune tra le più recenti scoperte scientifiche sull’ipertensione, spiegando alcune tecniche pratiche per aiutare chi ha la pressione alta e insegnando alle persone a gestire lo stress attraverso 8 audio guide specifiche.

Clicca di seguito per il VideoCorso “Zero Ipertensione – Livello Avanzato”.

Medico Chirurgo, specialista in Igiene e Medicina Preventiva ed esperto di tecnologie laser. Direttore scientifico di IpertensioneOK e promotore della campagna di prevenzione cardiovascolare CuoreOK.

​Quali sono gli ERRORI da evitare se soffri di ​PRESSIONE ALTA?

​Ricevi anche tu ​GRATIS ​i Video in cui ​​​il Dr. Raggi ti svela i ​7 Errori che ogni iperteso compie. ​Fai il primo passo per combattere la Pressione Alta!