Farmaci Antipertensivi quali sono?

farmaci antipertensiviFarmaci Antipertensivi ne avrete sentito parlare se soffrite di Ipertensione o Pressione Alta. Si tratta di una particolare terapia farmacologica in grado di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari (come Ictus e Infarto), che come sappiamo sono causate valori pressori anomali.

E’ importante per i soggetti ipertesi misurare la pressione ogni giorno per evitare rischi per la salute. Operazione che si può oggi fare comodamente da casa con un moderno Sfigmomanometro. Grazie ai modelli attualmente in vendita, anche online, non sarà più necessario rivolgersi ogni volta al proprio medico di famiglia o al farmacista.

Quando parliamo di Farmaco Ipertensivo a cosa esattamente facciamo riferimento? A una tipologia di farmaco dai principi attivi, posologia e modalità di azione sull’organismo molto diversi. Curare l’Ipertensione richiede di agire su aspetti differenti per far tornare i valori pressori normali.

Vediamo quali sono in quali categorie rientrano i Farmaci Ipertensivi e come agiscono sul nostro organismo. Tenteremo di evitare più possibile tecnicismi degni di un libro da facoltà di medicina. Quello che ci preme è darvi una panoramica complessiva dei farmaci ipertensivi che sia capibile anche per coloro che non hanno conoscenze in campo medico.

Indice dei Contenuti
Farmaci Antipertensivi: terapia Fai da Te? No Grazie!
ACE inibitori
Calcio Antagonisti
Sartani
Diuretici Tiazidici e Diuretici dell’ansa
Farmaci Beta Bloccanti
Farmaci Antipertensivi: conclusioni

Farmaci Antipertensivi: terapia Fai da Te? No Grazie!

Raccomandiamo come sempre di non assumere farmaci senza la prescrizione medica. Le terapie Farmacologiche Fai da Te portano sempre danni per la salute. Danni che possono essere molto gravi e irreversibili.
Al di là della terapia farmacologica è il nostro stile di vita che influenza i livelli elevati di Pressione Arteriosa.

Il fumo, l’assunzione di alcolici, il sovrappeso o l’obesità, una dieta ricca di sale, i livelli di Colesterolo, lo stress. Tutti elementi che determinano una spinta verso l’alto dei valori normali. Seguire una dieta ipocalorica, fare attività fisica regolare e bere molta acqua. Sono questi gli accorgimenti da seguire.

Infine ricordiamo i rimedi naturali utili non solo in caso di pressione alta ma anche di ipotensione. Tra questi lo Zenzero, la Liquirizia e l’Aglio. Dei veri e propri toccasana che la natura ci offre.

ACE inibitori

ACE è acronimo per Angiotensin Converting Enzyme. Sono farmaci inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina. Questo enzima interviene sul sistema cardiocircolatorio e porta a variazione dei valori pressori normali. L’enzima è responsabile della conversione dell’Angiotensina 1 nella forma attiva denominata Angiotensina 2.

L’angiotensina è un vasocostrittore e per questo aumenta i valori della pressione. Come abbiamo visto i valori aumentano quando le arterie “fanno forza” al passaggio del sangue. Gli ACE inibitori funzionano come vasodilatatori. Per abbassare la pressione agiscono, quindi, a livello periferico e sul flusso di sangue. Questi Farmaci Antipertensivi consentono una dilatazione delle pareti vascolari e, come conseguenza, una riduzione della pressione sanguigna.

Calcio Antagonisti

Si comportano in maniera simile agli ACE inibitori andando ad agire sulle pareti vascolari. Uno dei rischi per la salute è dovuto ai depositi di minerali di calcio nelle arterie. Si parla in questi casi di calcificazione delle arterie che può portare a patologie gravi. Un problema che aumenta con il passare degli anni, soprattutto dai 60 anni.

I Calcio Antagonisti inibiscono al calcio l’accesso alle cellule muscolari lisce che costituiscono le pareti vascolari. Rilassando la muscolatura si comportano come vasodilatatori. Si favorisce in questo modo il flusso del sangue e si abbassano i valori pressori. I Calcio Antagonisti sono utilizzati inoltre per la cura di patologie del sistema cardiovascolare come angina pectoris e aritmie cardiache.

Su questo ultimo aspetto, le aritmie, ricordiamo come acquistando un moderno misuratore pressione sia possibile tenere sotto controllo il proprio cuore. Compresi eventuali Aritmie e irregolarità dei battiti.

Sartani

I Sartani sono Farmaci Antipertensivi di nuova generazione. Operano direttamente su Angiotensina 2, ormone che come abbiamo visto è vasocostrittore.

Sono conosciuti con diversi nomi tra i quali

  • Antagonisti del recettore dell’Angiotensina 2
  • Bloccanti del Recettore per l’Angiotensina (ARB, acronimo che sta per angiotensin receptor blockers)
  • Antagonisti del recettere AT1
  • Sartani, termine che qua continueremo ad usare e che è diventato sempre più comune

I Sartani agiscono, per la precisione, sul sistema renina-angiotensina responsabile dei valori pressori e del tono muscolare delle arterie. L’effetto è, come abbiamo visto, di agire come vasodilatatori. Con i benefici per i valori pressori.

Vi chiederete: ACE inibitori o Sartani? La ricerca scientifica è spesso divisa. Negli ultimi anni le prescrizioni mediche hanno visto una prevalenza dei Sartani. E’ sempre bene affidarsi al proprio medico di fiducia per definire la corretta terapia farmacologica per ipertensione.

Diuretici Tiazidici e Diuretici dell’ansa

Vi chiederete: perchè un farmaco diuretico può determinare abbassamento di pressione? Il motivo è semplice: eliminare i liquidi porta a una riduzione del volume del sangue. In questo caso non funzionano come vasodilatatori ma, semplicemente, rendono il sangue meno “solido” con vantaggi per la pressione.

Per la precisione si parla di Volemia. Cosa si intende con Volemia? Il volume totale del sangue sia circolante nei vasi sanguigni sia “immobilizzato” in alcuni organi come fegato e milza.

Quando si parla di Diuretici si fa riferimento a farmaci diversi tra loro. L’effetto, come abbiamo visto, è sempre lo stesso ma diverso è il meccanismo con il quale lavorano sul nostro organismo. Queste due le principali tipologie di diuretico:

  • Diuretici Tiazidici. Utilizzati per il trattamento di ipertensione, edema e insufficienza cardiaca congestizia. Agiscono sui reni e in particolari sul Nefrone. Cosa è il nefrone? Il responsabile del funzionamento del rene. Bloccano il riassorbimento di acqua e sodio favorendo una maggiore diuresi.
  • Diuretici dell’ansa. Agiscono, come dice il nome stesso, sull’ansa di Henle o ansa del nefrone. Caratterizzato da una forma a U si posiziona tra il tubulo prossimale e il tubulo distale che compongono il tubulo renale. Questi Diuretici impediscono il trasporto di cloro e sodio in questa sezione del Rene favorendo un minor riassorbimento.

Farmaci Beta Bloccanti

I Beta Bloccanti agiscono direttamente sul cuore. Si inibisce l’azione dei recettori Beta del sistema nervoso simpatico e si mette il cuore a riposo. Il sangue pompato, e la “forza” con la quale viene irrorato, si riduce. Come effetto si ha una riduzione dei valori, con meccanismi simili a quanto abbiamo visto per altre tipologie di farmaci. I Beta Bloccanti sono utilizzati, oltre che per Ipertensione, per: Angina, aritmie, scompensi cardiaci.

Farmaci Antipertensivi: conclusioni

Abbiamo passato in rassegna le diverse tipologie di farmaci antipertensivi per capirne di più e come agiscono sull’organismo. Non siamo, di proposito, entrati in tecnicismi degni di un’enciclopedia media. La nostra finalità è quella di fornirvi una visione di insieme sulle terapie farmacologiche. Da parte vostra, come abbiamo premesso, è necessario affidarvi sempre al medico di fiducia per evitare complicazioni.

Come qualsiasi altro farmaco, infatti, gli ipertensivi non sono privi di eventuali effetti collaterali per l’organismo. Quando si segue una terapia farmacologica è sempre necessario tenere sotto controllo benefici e effetti indesiderati.

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.