Il Sale alza la Pressione?

sale alza la pressioneSale e Pressione Alta, una relazione di causa effetto di cui avrete senza dubbio sentito parlare. Quando i valori pressori sono oltre la norma, infatti, uno dei primi consigli del medico è di ridurre il consumo di sale. Del resto sappiamo bene quanto sia importante l’alimentazione e la dieta.

Oggi ci soffermiamo proprio su questo elemento che si nasconde in molti prodotti che consumiamo ogni giorno. Anzi, possiamo dirlo fin dalla premessa, ognuno di noi consuma mediamente una quantità eccessiva.

Perchè? Proprio per la sua presenza “subdola”, in cibi che spesso possono sembrare salutari. Quindi non limitatevi a chiedervi “quanto sale nella pasta?” ma andate ben oltre.

Come sempre su MisuratoreDiPressione.net ci soffermeremo sulla relazione con la Pressione Arteriosa. Ricordate sempre, è bene precisarlo, che se soffrite di malattie cardiovascolari o seguite una terapia con farmaci antipertensivi è necessario confrontarvi con il medico riguardo l’alimentazione da seguire. Se seguite una dieta per abbassare i valori pressori è necessario conoscere gli alimenti che alzano la pressione.

Su questo chiedere consiglio al medico è senza dubbio la scelta migliore.

Indice dei Contenuti
Sale e Pressione: una relazione stretta
Quanto sale al giorno?
Alimenti ricchi di Sale: alcuni sono insospettabili!
Cosa fare?

Sale e Pressione: una relazione stretta

Come abbiamo anticipato la risposta alla domanda “Il sale alza la Pressione?” è sì. Senza voler entrare in dettagli medici possiamo dire che diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato questa relazione di causa – effetto.

I motivi, del resto, sono diversi. Una ricerca condotta dalla Boston University School of Medicine riconduce l’aumento pressorio all’azione della adrenalina. Nello specifico il cloruro di sodio, contenuto nel comune sale da cucina, agisce sul sistema simpatico che “rilascia” adrenalina nell’organismo. E proprio quest’ultima ha un importante effetto di restringimento delle arterie e dei vasi sanguigni. A questo punto il sangue viene ostacolato nel suo fluire, trovando una maggior resistenza sulle pareti, con la conseguenza di un aumento della pressione.

Quanto sale al giorno?

Abbiamo visto che il sale fa male se si superano le quantità giornaliere. A questo punto, però, viene naturale la domanda: quanto assumerne al giorno? La risposta la fornisce la stessa OMS, Organizzazione mondiale della Sanità.

Partiamo da una premessa. Si fa riferimento alla sostanza principale di cui è composto, il Cloruro di Sodio. La domanda corretta, quindi, è quanto cloruro di sodio al giorno?

Per rispondere basti pensare che 1 grammo di sale contiene 0.4 grammi di Sodio. La OMS consiglia di assumere 2 grammi di sodio al giorno che, calcolatrice alla mano, sono pari a 5 grammi di sale da cucina.

Ma attenzione a quello che stiamo per dirvi. Leggete qua sotto.

Scopri i  7 ​ERRORI  da evitare se soffri di IPERTENSIONE

​Ricevi anche tu GRATIS i Video in cui il D​r. Raggi spiega i 7 Errori che commettono gli Ipertesi

Il Dr. Raggi è Medico Chirurgo, Specialista in Igiene e Medicina Preventiva, Direttore Scientifico di IpertensioneOK, nonchè promotore della campagna di prevenzione cardiovascolare CuoreOK

Alimenti ricchi di Sale: alcuni sono insospettabili!

Dobbiamo fare un opportuno ragionamento. Il Cloruro di Sodio può essere sia aggiunto in fase di cottura o preparazione del cibo (basti pensare al sale nella pasta o sulla carne) ma anche essere presente negli stessi alimenti.

Nel calcolo, quindi, della quantità di sodio al giorno è necessario tenere conto di entrambe. Ed i cibi che si trovano in commercio ne sono sempre più ricchi. Per questo è importantissimo leggere le etichette degli alimenti prima di acquistarli.

Scoprirete che ci sono davvero degli insospettabili. Vediamo quali sono..

Insaccati, Formaggi Stagionati e Prodotti confezionati

La nostra alimentazione, oggi, è sempre più disordinata. Tra impegni di lavoro, poco tempo a disposizione per fare la spesa (di cose sane!) è sempre più difficile curarla al meglio.

Diamo qualche consiglio per capire, almeno da un punto di vista generale, quali cibi evitare.

  • Insaccati e Salumi. Qua stiamo dicendo forse qualcosa di scontato per i più. Gli insaccati e i salumi fanno male alla pressione. Certo se consumati in quantità eccessive ma, per soggetti con specifiche patologie, è bene stare alla larga da questi prodotti. Tra i peggiori, o meglio tra quelli più ricchi, troviamo il prosciutto crudo, lo Speck, la salsiccia, il Salame e la Mortadella. Cibi grassi che il nostro organismo fa fatica a smaltire;
  • Formaggi Stagionati. Vale quanto detto poco sopra, il loro apporto davvero considerevole;
  • Pane e Prodotti da forno. Ecco qua un primo alimento insospettabile (anche se non troppo). Quando parliamo di prodotti da forno congelati, come la classica Pizza surgelata, il contenuto di sale è davvero elevato. Da fare particolare attenzione alle etichette prima dell’acquisto;
  • Minestroni in “busta” o Zuppe pronte. Questo è un vero insospettabile. Se mangiando una zuppa acquistata al supermercato pensate di seguire una dieta salutare e sana non è propriamente così. Certo non devono essere messi al bando questi alimenti. Ma bisogna considerare che spesso contengono quantità elevate. Perchè? Per la conservazione e per dare gusto al piatto;
  • Prodotti in Salamoia. Non così diffusi sulle nostre tavole, ma da prestare attenzione;
  • Salse. Ketchup, Senape, Maionese, Salsa di Soia. Tutte salse con alto contenuto di sale;
  • Glutammato di Sodio e Bicarbonato di Sodio. Da prestare attenzione non soltanto al Cloruro di Sodio. Molti prodotti, soprattutto se conservati o congelati, contengono anche queste due sostanze qua citate. Aumentano il carico per il nostro organismo e, se soffrite di pressione alta, è necessario starne alla larga.

Cosa fare?

sale rosa himalayaSe volete ridurre il consumo di sale il consiglio è molto semplice: fate ricorso alle spezie. Solitamente, infatti, utilizziamo il comune sale da cucina per dare gusto e sostanza ai nostri piatti. Del resto noi italiani amiamo i cibi saporiti.

Provate, però, ad utilizzare in cucina le spezie. Tra queste pepe, peperoncino, curcuma, zafferano, curry. Ricordate di non esagerare nemmeno con le spezie. Per il benessere del nostro organismo non dobbiamo esagerare con nessuna sostanza, nemmeno con l’acqua! Oltre a questo potete utilizzare in cucina aglio e cipolla, che danno sostanza ai piatti.

E perchè non aggiungere il limone sulla carne o sulla insalata? Provate, non ne rimarrete delusi.

Oltre a questo in commercio si trovano diversi tipi di sale. Tra questi anche il sale iposodico. Notate bene che non stiamo parlando di sale senza sodio ma con un ridotto contenuto di sodio. Quello iposodico, infatti, è composto di cloruro di sodio (in quantità inferiore), cloruro di potassio (con percentuali intorno al 35%) e sali di magnesio. Quale l’elemento negativo? Ha un gusto particolarmente amaro, è da usare con moderazione per la preparazione dei piatti.

Spesso, infine, si sente parlare dei benefici del sale rosa dell’Himalaya. Ha un maggior contenuto di ferro e iodio, si presenta così più adatto a soggetti ipertesi. Il giudizio, però, è spesso contrastante.

MisuratoreDiPressione.net è il sito di riferimento per la pressione arteriosa con tanti consigli, approfondimenti e suggerimenti per combattere l’ipertensione.

​​Scopri i 7 ERRORI da evitare se soffri di ​PRESSIONE ALTA

​Ricevi anche tu GRATIS i video in cui il Dr. Raggi ti svela i ​7 Errori ​che ogni iperteso compie. ​Fai il primo passo per combattere la Pressione Alta!